GENTE di GUSTO

Quando le strade dell’imprenditoria incontrano la passione per il buono nascono storie straordinarie. Nel settore agroalimentare valdostano stanno emergendo negli ultimi anni particolari capacità produttive e creative.

La Valle d’Aosta sta conoscendo in questo ambito un’inaspettata primavera. In molti infatti stanno dedicando energie, professionalità, ideali e passione a un ambito produttivo ricco di potenzialità soprattutto in una terra vocata a produzioni di nicchia con un forte orientamento alla qualità.

Nasce così l’idea di ‘Gente di gusto’ una serie di trasmissioni dedicata ai protagonisti di un nuovo fenomeno economico, ma anche di un interessante movimento di ‘ritorno alla terra’.

Racconteremo le loro aziende, i loro prodotti, ma soprattutto i loro progetti e i loro sogni che si sono trasformati in realtà.

una produzione framedivision / un programma a cura di Benoit Girod / immagini, regia, editing Michel Domaine / suono e riprese aeree Daniele Pierini

PUNTATA #1I Colori del Mais – La Bonne Vallée della famiglia Chappoz

Terra, pane e accoglienza. Sono i valori della famiglia Chappoz di Vert, a Donnas. Dopo una precoce e promettente carriera sportiva come skyrunner nel corpo forestale, Ezio smette di correre e decide di mettere a frutto i terreni di famiglia, assieme al fratello Silvio e alla moglie Monica. Prima la coltivazione sperimentale di alcuni cereali, poi la produzione dei primi pani nel forno a legna del villaggio. In poco più di 25 anni l’azienda, in cui lavorano anche i figli di Ezio e Monica, è ora una delle più affermate realtà artigianali nel settore dei dolci da forno della regione e si è ampliata anche con un agriturismo. Molte delle materie prime vengono ancora autoprodotte.

PUNTATA #2L’Orto dei Walser – Paysage à Manger a Gressoney

Biellese di nascita, ma trapiantato nella valle del Lys per amore della montagna. Assieme ad alcuni amici ha fondato l’azienda agricola Paysage à Manger di Fontainemore che produce legumi, piccoli frutti e una ventina di diverse varietà di patate. Federico è un nuovo contadino che cerca di riannodare il filo tra l’uomo e la terra. La sua passione per l’etno-agricoltura lo ha condotto in un viaggio straordinario nella biodiversità agricola delle Alpi, alla scoperta delle antiche sementi e coltivazioni.

PUNTATA #3La Vigna di Giorgio – La Pianta Grossa di Donnas

Dopo 15 anni di carriera manageriale in una multinazionale telefonica, nel giugno del 2013 Zoppo si licenzia e volta pagina. A quarant’anni, dopo aver lavorato in una grande azienda, sente che è giunto il momento di lavorare finalmente per se stesso. Nasce così l’avventura di un’impresa nuova, pur radicata nella tradizione viticola di famiglia (quella della moglie) pressoché interrotta negli anni ottanta. Ora è una piccola realtà di due ettari di vigneti coltivati a pergola su minuscole terrazze strappate alla ripida montagna che sovrasta il paese di Donnas. Il suo sogno è di essere il primo vignaiolo privato a produrre il ‘Valle d’Aosta Donnas’, la più antica Doc regionale, fino ad oggi imbottigliata esclusivamente dalla ‘Cave’ cooperativa locale.

PUNTATA #4 – IL Dolce del Sole – Lo Dzet Monica Voncini

All’inizio degli anni Duemila Monica Voncini sente il richiamo della montagna. Da torinese immersa in una frenetica attività di rappresentante commerciale nella grande distribuzione avverte la necessità di dare alla propria vita quella qualità ormai smarrita. Sale a La Magdeleine e decide che quella sarà la sua casa. Alla ricerca di un’attività economica compatibile con la sua nuova residenza si imbatte nell’apicoltura di cui diventerà da lì a pochi anni una delle più importanti interpreti nella regione. Oggi la sua azienda Lo Dzet, nella quale lavora a tempo pieno, è uno dei maggiori produttori in Valle d’Aosta. Il suo miele biologico, che raccoglie riconoscimenti a livello nazionale, è l’ingrediente base per una molteplicità di prodotti: dalla birra al gelato artigianale che in estate viene venduto in tutta la Valtournenche.