CINEMA: MATERIA PER LE MATERIE

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

“Cinema: materia per le materie” continua il suo percorso formativo ed educativo attraverso il linguaggio cinematografico all’interno delle scuole di secondo grado della nostra regione. L’obiettivo è quello di offrire alle scuole secondarie un programma di proiezioni cinematografiche che contribuiscano ad approfondire alcuni argomenti dell’offerta formativa scolastica, fornendo al contempo un’utile occasione di educazione e di formazione dedicata all’immagine cinematografica.

Il progetto è ideato, curato ed organizzato da Alexine Dayné e Alessio Zemoz di framedivision, gruppo di giovani che opera nell’ambito del cinema e dell’immagine contemporanea e da quest’anno realizzato in collaborazione con l’Associazione Professionale “Psicologia e arte per l’uomo” che ha deciso di condividere l’attività offrendo supporto anche come affiancamento di docenza per approfondire temi educativi e psicologici. Il progetto è sostenuto dall’Associazione Professionale stessa e dall’Assessorato Istruzione e Cultura della Valle d’Aosta.

L’attività si svolgerà all’interno di quattro istituti del territorio con un totale di tredici moduli e inizierà con un intervento di tre moduli in una terza del Liceo classico bilingue di Aosta e si concentrerà su un percorso di letteratura inglese e cinema tra Forster e Ivory per poi proseguire, con una classe dell’I.T.P.R. di Aosta, un incontro tra cinema e psicologia che individua le patologie degenerative invalidanti quale ad es. l’Alzheimer. In seguito, verranno sviluppati due incontri al Liceo scientifico di Aosta con l’obiettivo di affrontare contenuti letterari attraverso Tornatore e la rappresentazione della violenza tra Seven Fight Club. Infine, verrà individuato ancora un ultimo incontro in un altro istituto scolastico dove verranno delineati contenuti che esplorano l’ambito educativo o psicologico. La docenza continuerà ad essere svolta da Alexine Dayné e da eventuali altri esperti framedivision come Alessio Zemoz e Giulio Piatti negli anni precedenti oppure da altri membri.

Il progetto nasce in forma sperimentale con una classe quarta dell’Istituzione Scolastica I.T.P.R. “Corrado Gex” nell’anno scolastico 2011/2012 in parte autofinanziato da Alexine Dayné e Alessio Zemoz e in parte sostenuto da Film Commission Vallée d’Aoste. Ancora con il sostegno di Film Commission Vallée d’Aoste, nell’anno scolastico 2012-2013, 27 classi di quattro Istituzioni Scolastiche hanno aderito alla proposta con un totale di 64 moduli in orario curriculare mentre nel 2013-2014, il progetto è stato unicamente sostenuto dall’associazione, ma vista la necessità dimostrata negli anni precedenti per la materia cinema come forma di linguaggio e cultura ad integrazione degli argomenti delle discipline, si è deciso di continuare in maniera da non interrompere il percorso formativo che si era consolidato.

Fino ad oggi, “Cinema: materia per le materie” si rivela essere un’iniziativa particolarmente apprezzata per la sua natura culturalmente stimolante. L’attività ha ottenuto un riscontro positivo dai docenti, i quali hanno potuto approfondire o anticipare alcuni argomenti di particolare rilevanza e complessità della propria disciplina, mentre in altri casi si è iniziato a proporre alcuni percorsi legati alla storia e alla teoria del cinema per impararne i suoi funzionamenti. Gli studenti hanno approcciato una materia del tutto nuova per loro quale è il cinema, così presente nel mondo che oggi viviamo, ma che deve essere insegnata in tutte le sue declinazioni per essere compresa al meglio. I ragazzi si sono mostrati ricettivi e partecipi rispetto alla tipologia di lezione proposta.